Perché l’asciugacapelli si chiama fon?

Perché l’asciugacapelli si chiama fon?

Perché l’asciugacapelli si chiama fon?
E soprattutto….come si SCRIVEEEEEEEEE?
In realtà anche sul web non c’è un granché su questo dilemma, vi scrivo quello che ho trovato, poi come al solito mi farò alcune domande che mi piacerebbe condividere con voi.
L’asciugacapelli, il piccolo elettrodomestico che col suo getto d’aria calda ci permette di asciugare le nostre più o meno folte chiome, viene anche chiamato Fon o Fohn o impropriamente Phon. Il termine di uso comune Fon deriva dal tedesco Föhn, un vento caldo (in italiano favonio) che si forma sulle Alpi.
Sono spesso utilizzati anche i termini Fono e Phon, ma entrambi NON sono corretti.
come è nato questo strumento?
Prima della sua invenzione, lo stilista francese Alexandre Ferdinand Godefroy progettò un aggeggio composto da un sedile con un cappuccio collegato ad una stufa a gas. Come funzionava il tutto? La cliente si doveva accomodare sotto il casco e una manovella soffiava aria calda sui capelli. Il primo brevetto per un asciugacapelli è stato concesso nel 1911. Non dobbiamo pensare ai phon di oggi ma a grossi e pesanti oggetti che producevano aria poco più calda di quella dell’ambiente. Dobbiamo attendere il 1920 per avere i primi prototipi del fon odierno; Inventato nel 1920 a Racine, Wisconsin, nasce inizialmente dall’ unione di un aspirapolvere e di un motore da frullatore. Negli anni ’50 si registra una vera e propria svolta: gli asciugacapelli cominciarono ad essere usati dalla massa; diciamo che nei primi anni ’50 i fon erano ancora delle specie di cuffie in plastica collegate ad una macchina generatrice di aria calda. Negli anni successivi numerosi furono gli accorgimenti tecnici operati su questi strumenti tra cui l’inserimento di ioni volti ad attenuare i danni di eccessivo calore sui capelli.
Negli anni ’90 vennero lanciati sul mercato anche i primi fon portatili, migliori anche nella realizzazione: non più zinco e acciaio, ma plastica.
A questo punto mi chiedo…nel 1920 cosa ne sapeva questo misterioso signore (inventore del fon) del Wisconsin, del vento caldo che soffia sui due versanti delle alpi? Allora io dico: o era di origine tedesca o era piemontese!!! (Föhn in tedesco [ˈføːn], feun in piemontese).
Oppure potremmo lanciare una nuova moda! visto che in italiano il vento si chiama favonio, potremmo chiamarlo FAVON 🙂
Vi lascio anche un link molto carino su opinioni diverse sull’utilizzo del fon e molto altro :)))
http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Phon
buona lettura.

2017-09-11T19:04:48+00:00